Fontana Fraterna, addio?

“LA SAPETE L’ULTIMA? La soprintendenza (non so quale) sta ipotizzando lo smontaggio della Fontana Fraterna in accordo con un architetto locale ed il comune di Isernia, per farne un calco in resina da sistemare al posto dell’originale e spostare i pezzi nel museo archeologico”.

A segnalare il rischio in ipotesi è Franco Valente, nelle vesti di Presidente dell’Associazione culturale virutale “Archeologia a S. Vincenzo; c’è ancora trippa per i gatti?”, in buona sostanza come “soprintendente virtuale” delle soprintendenze molisane (circolare n. 43 – Febbraio 2004).

Dopo essersi complimentato con gli ideatori del progetto, Franco Valente si rammarica che ” tutti i lavapiedi molisani, tutti i professori emeriti dell’archeologia molisana, tutti i tromboni filorisorgimentali si fanno rigorosamente i fatti propri”.

“Ma, d’altra parte – conclude amaramente l’architetto venafrano, – nel Molise quando la Soprintendenza distrugge i monumenti non è reato, quindi non bisogna preoccuparsi più di tanto”.

Fontana Fraterna, addio?ultima modifica: 2004-02-08T09:30:50+01:00da donatig1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento